BANDO MACCHINARI INNOVATIVI PER GLI INVESTIMENTI NELLE REGIONI MENO SVILUPPATE

BANDO MACCHINARI INNOVATIVI PER GLI INVESTIMENTI NELLE REGIONI MENO SVILUPPATE

 

BENEFICIARI

Possono beneficiare dell’agevolazione le micro, piccole e medie imprese (PMI).

Possono accedere alle agevolazioni anche i liberi professionisti iscritti agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali individuate nell’elenco tenuto dal Ministero dello sviluppo economico ai sensi della legge 14 gennaio 2013, n. 4 e in possesso dell’attestazione rilasciata in ottemperanza alla medesima legge.

Al fine di facilitare l’accesso alle agevolazioni di soggetti che realizzano programmi di investimento caratterizzati da comuni obiettivi di sviluppo, possono beneficiare dell’intervento le imprese in partenariato tra loro, fino a un massimo di sei soggetti co-proponenti, che aderiscono ad un contratto di rete.

 

INTERVENTI AMMISSIBILI

I programmi di investimento ammissibili devono:

  • prevedere spese non inferiori a euro 400.000,00 e non superiori a euro 3.000.000,00;
  • essere realizzati esclusivamente presso unità produttive localizzate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia;
  • prevedere l’acquisizione di tecnologie abilitanti atte a consentire la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa e/o di soluzioni tecnologiche in grado di rendere il processo produttivo più sostenibile e circolare.

 

SPESE AMMISSIBILI

I beni oggetto del programma di investimento devono essere nuovi e riferiti alle immobilizzazioni materiali e immateriali, come definite agli articoli 2423 e seguenti del codice civile, che riguardano macchinari, impianti e attrezzature strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi di investimento, nonché programmi informatici e licenze correlati all’utilizzo dei predetti beni materiali.

 

AGEVOLAZIONI

Contributo in conto impianti e finanziamento agevolato, per una percentuale nominale pari al 75 % delle spese ammissibili. Il mix di agevolazioni è articolato in relazione alla dimensione dell’impresa come segue:

  • per le imprese di micro e piccola dimensione, un contributo in conto impianti pari al 35% e un finanziamento agevolato pari al 40%;
  • per le imprese di media dimensione, un contributo in conto impianti pari al 25% e un finanziamento agevolato pari al 50%.

 

TERMINI E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate esclusivamente tramite procedura informatica.

L’iter di presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni è articolato nelle seguenti fasi:

A) compilazione della domanda, a partire dalle ore 10.00 del 23 luglio 2020;
B) invio della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 30 luglio 2020.

Le domande di agevolazione pervenute sono ammesse alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico giornaliero di presentazione. Le istanze presentate nello stesso giorno sono, a tal fine, considerate come pervenute nello stesso momento, indipendentemente dall’ora e dal minuto di presentazione.

 

Per maggiori informazioni contatta i nostri esperti al n. 0522/438524.