INVITALIA: 403 MLN € DEL BANDO ISI INAIL VENGONO DESTINATI ALLE IMPRESE PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO CONTAGIO

INVITALIA: 403 MLN € DEL BANDO ISI INAIL VENGONO DESTINATI ALLE IMPRESE PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO CONTAGIO

 

Oggetto

L’INAIL promuove interventi straordinari destinati alle imprese, anche individuali, che hanno introdotto nei luoghi di lavoro interventi per la riduzione del rischio di contagio, successivamente alla data di entrata in vigore del Decreto Legge del 17 marzo 2020 n. 18 (cd. “CURA ITALIA”), convertito, con modificazioni, dalla Legge del 24 aprile 2020 N. 27.

Spese ammissibili

Sono ammissibili interventi per la riduzione del rischio di contagio attraverso l’acquisto di:

  1. apparecchiature e attrezzature per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori, compresi i relativi costi di installazione;
  2. dispositivi elettronici e sensoristica per il distanziamento dei lavoratori;
  3. apparecchiature per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori rispetto agli utenti esterni e rispetto agli addetti di aziende terze fornitrici di beni e servizi;
  4. dispositivi per la sanificazione dei luoghi di lavoro;
  5. sistemi e strumentazione per il controllo degli accessi nei luoghi di lavoro utili a rilevare gli indicatori di un possibile stato di contagio;
  6. dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale.

 

Contributo

Al finanziamento delle iniziative sono destinate le risorse messe a disposizione per il bando ISI 2019 e 2020, per un importo complessivo pari ad € 403 milioni.

L’ importo massimo concedibile è pari A:

  • € 15.000 per le imprese fino a 9 dipendenti;
  • € 50.000 per le imprese da 10 a 50 dipendenti;
  • € 100.000 per le imprese con più di 50 dipendenti.

Modalità

I contributi saranno concessi con procedura automatica.

L’INAIL provvede a trasferire a lnvitalia S.p.A. le risorse per l’erogazione dei contributi alle imprese, sulla base degli indirizzi specifici formulati dall’Istituto.

Conseguentemente il bando ISI 2019 è revocato.