Bando Ripopolamento e rivitalizzazione Centri Storici nei comuni più colpiti dagli eventi sismici 20-29 Maggio 2012

Bando Ripopolamento e rivitalizzazione Centri Storici nei comuni più colpiti dagli eventi sismici 20-29 Maggio 2012

 

A chi si rivolge

Possono presentare domanda ed essere beneficiari dei contributi previsti nel presente bando i seguenti soggetti che intendono svolgere o svolgono attualmente un’attività consentita dagli atti di pianificazione comunali disciplinanti le destinazioni d’uso degli immobili sedi degli interventi:

  1. le imprese individuali, le società (di persone, di capitali, cooperative), i loro consorzi e/o le società consortili;
  2. i liberi professionisti, le associazioni professionali e le società tra professionisti;
  3. le associazioni no profit, le fondazioni no profit e gli enti no profit.

 

Obiettivi

I progetti finanziati devono prevedere interventi aventi ad oggetto l’insediamento e/o la riqualificazione, l’ammodernamento e/o l’ampliamento delle attività d’impresa, professionali e/o no profit in immobili localizzati nelle aree dei centri storici, delle frazioni e/o di altre aree dei comuni indicati di seguito, che abbiano come obiettivo prioritario quello di aumentare l’attrattività dei luoghi e l’aumento dei flussi di persone verso le aree stesse.

 

AREE AMMISSIBILI

Contributo:

E’ riconosciuto un contributo a fondo perduto in misura pari ad un minimo del 50% fino ad un massimo del 70% delle spese ammissibili

La misura del contributo è incrementata del 10%:

  • qualora l’attività di impresa e/o professionale e/o no profit del richiedente sia caratterizzata dalla rilevanza della presenza femminile e/o giovanile;
  • nel caso in cui i soggetti proponenti i progetti, che abbiano un fatturato annuo pari o maggiore a 2 mln di €, siano in possesso del rating di legalità.

Il contributo complessivo concedibile non potrà comunque superare l’importo massimo di € 150.000,00.

 

Spese ammissibili:

I progetti per i quali viene presentata domanda di contributo dovranno avere una dimensione di investimento non inferiore a € 10.000,00:

a) Spese per opere edili, murarie e impiantistiche;

b) Acquisto di arredi;

c) Acquisto di impianti;

d) Acquisto di hardware, software, licenze per l’utilizzo di software, servizi di cloud computing;

e) Spese per la realizzazione di siti internet ed e-commerce;

f) Spese per l’acquisto e installazione di impianti per la ricarica di mezzi elettrici ad uso gratuito;

g) Spese per l’acquisto di mezzi di trasporto;

h) Spese promozionali;

i) Acquisizioni di servizi di consulenza specializzata.

 

Presentazione della domanda:

La domanda di contributo dovrà essere compilata ed inviata alla Regione esclusivamente per via telematica, tramite l’applicazione web “SFINGE 2020”. La domanda di contributo dovrà essere firmata digitalmente.

  • 1° FINESTRA: dalle ore 10.00 del giorno 12 marzo 2019 alle ore 13.00 del giorno 28 giugno 2019;
  • 2° FINESTRA: dalle ore 10.00 del giorno 13 settembre 2019 alle ore 13.00 del giorno 29 novembre 2019;
  • 3° FINESTRA: dalle ore 10.00 del giorno 4° giugno 2020 alle ore 13.00 del giorno 30 giugno 2020;
  • 4° FINESTRA: dalle ore 10.00 del giorno 4° novembre 2020 alle ore 13.00 del giorno 30 novembre. 2020;

 

Durata

  • I progetti devono essere conclusi entro 10 mesi decorrenti dalla data del provvedimento di concessione del relativo contributo;
  • L’avvio dei progetti che saranno presentati a valere sulla 4° finestra è possibile a partire dal 1° settembre 2020.