Bando INAIL Sisma Emilia Romagna

Bando INAIL Sisma Emilia Romagna

Finalità

Finanziare gli interventi di Miglioramento Sisimico finalizzati al raggiungimento almeno al 60% della sicurezza richiesta ad edifici nuovi a destinazione produttiva insediati nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012.

L’Ordinanza 24/2019 INAIL riapre i termini di presentazione delle domande di contributo da concedersi ai sensi e nel rispetto del Regolamento (UE) 1407/2013 “de minimis”.

 

Destinatari

Possono presentare la domanda le imprese appartenenti a tutti i settori di attività economica Ateco 2007, ad eccezione della sezione A “Agricoltura, silvicoltura e pesca”, che:

– Hanno sede legale e/o sede operativa e/o unità locale destinataria dell’intervento, in uno dei Comuni dell’Emilia-Romagna colpiti dagli eventi sismici del maggio 2012;

– Esercitano, o esercitavano al momento del sisma, l’attività all’interno dell’immobile oggetto dell’intervento o in qualità di proprietari abbiano messo a disposizione l’immobile ad uso produttivo ad altra impresa;

Può presentare domanda di contributo l’impresa tenuta a sostenere tali spese in quanto:

– Titolare di diritto di proprietà od usufrutto dell’immobile oggetto dell’intervento;

– Affittuaria dell’immobile oggetto dell’intervento;

– Titolare di un contratto di locazione finanziaria (leasing) dell’immobile oggetto dell’intervento;

– Titolare di un contratto di comodato gratuito dell’immobile oggetto dell’intervento.

 

Spese ammissibili

  1. Interventi di miglioramento sismico “effettuati” o “da effettuare” sulla base di un progetto redatto secondo quanto previsto dalle NTC 2008 o 2018, a seconda dei casi;
  2. Spese tecniche di progettazione, esecuzione, direzione lavori, verifica e ove previsto collaudo, nonché la spesa relativa al rilascio del certificato di agibilità sismica e le spese connesse alla presentazione della domanda, nel limite massimo del 10% del totale degli interventi realizzati.

Le spese dovranno essere sostenute a partire dal 20 maggio 2012 ed entro il 31 marzo 2020.

Nel caso di domande presentate con gli interventi di miglioramento sismico solo in progetto (non ancora realizzate), questi dovranno essere terminati entro il 31 marzo 2020 e rendicontati entro il 30 giugno 2020.

 

Tipologia e Misura del contributo

Contributo in Conto Capitale fino al 70% della spesa ritenuta ammissibile da concedersi ai sensi e nel rispetto del Regolamento (UE) 1407/2013 “de minimis”.

Per singola impresa beneficiaria, il contributo concedibile non potrà, in ogni caso, superare l’importo di € 149.000,00 nel caso di interventi, anche su più immobili, per il miglioramento sismico. Saranno escluse le domande la cui spesa ritenuta ammissibile risulti inferiore a € 4.000,00.

 

Modalità di presentazione

Sarà possibile presentare la domanda di contributo esclusivamente per via telematica, dal 2 settembre 2019 al 28 febbraio 2020, salvo chiusura anticipata per esaurimento delle risorse.